Relazioni periodiche del Presidente

  • 26 giugno 2017
  • Redazione FGI Puglia

A distanza di sei mesi dall'inizio del quadriennio olimpico 2017-2020 sentiamo il dovere di fare un breve bilancio del periodo trascorso. Come sempre ogni inizio ha bisogno di una fase di rodaggio ed assestamento che comprende l'introduzione di nuovi consiglieri, la messa in sintonia dei diversi pensieri e sopratutto l'allineamento degli obiettivi da raggiungere. Fortunatamente tutto questo è stato superato in brevissimo tempo a favore della rassegna delle idee di ognuno e delle possibilità di realizzazione delle stesse. I punti da prendere in considerazione in scala prioritaria sono stati i seguenti:

 

  • realizzazione del calendario regionale
  • assetto tecnico delle sezioni
  • miglioramento del sistema informativo
  • organizzazione del Consiglio Direttivo

 

Realizzazione del Calendario regionale

 

Questo si presentava come un anno molto particolare perchè, oltre alle endemiche situazioni di reperimento di campi gara si aggiungeva la variante dell'aumento del numero di gare richiesto dalle modifiche introdotte dalla Federazione. Gold, Silver, zona A, zona B, nuova GpT, ecc... Anno definito sperimentale sulla pelle degli organizzatori e come tale difficile da confezionare. Le evidenti difficoltà hanno fatto convergere tante risorse che sono riuscite in breve tempo non solo a realizzare un calendario ben distribuito su tutto il territorio regionale ma sopratutto a gestire le immancabili variazioni avvenute in corso d'opera. Definirei eccellente questo lavoro anche perchè siamo tra le poche Regioni che hanno realizzato l'intero programma come voluto dalla Federazione. Alcune considerazioni a margine dell'intera attività sono la riscontrata soddisfazione di tecnici, ginnasti e famiglie circa i nuovi programmi mentre dal punto di vista organizzativo bisogna ammettere che si evidenziano alcune criticità rappresentate dalla penuria di Segretari di gara, dal protrarsi dei tempi di gara, dai tempi di impegno dei giudici, dagli aumentati costi per il Comitato.

Faremo presente queste riflessioni per poter rivedere piccoli ritocchi alle innovazioni.

 

Assetto Tecnico delle sezioni

 

Sulla base di un'analisi effettuata sezione per sezione si è dovuto decidere sia sulla conduzione tecnica delle sezioni che sugli interventi di programmi e obiettivi tecnici. Nel prendere queste decisioni si è tenuto molto conto del miglioramento del clima e delle relazioni tra le varie componenti, assolutamente necessario per il raggiungimento della crescita e dei risultati. Pertanto sono state variate alcune conduzioni tecniche e previsti interventi tecnici diversi per ogni sezione al fine di poter migliorare sia l'accrescimento e la cura della base che il raggiungimento dei risultati agonistici. Al riscontro dei primi 180 giorni non si può dire che non siamo soddisfatti.

Nella GAM, trascurando le fasi regionali ed interregionali, ci siamo presentati alle fasi nazionali di Categoria con ben 13 ginnasti, tutti altamente competitivi. Tanti i piazzamenti, tra cui spicca il secondo posto di Mattia Quarta del Delfino Lecce. Ma non è passato inosservato il talento degli altri ginnasti tutti osservati speciali dei vertici tecnici nazionali. Lo stesso Mattia Quarta, insieme a Christian Zammillo (La Rosa), Francesco Paparella (Angiulli), Steven Matteo (Angiulli) sono stabilmente convocati in Collegiali nazionali per formare il team delle Giovani promesse. Risultato storico questo per la GAM. La sezione partecipa al progetto Gold nazionale che prevede tre interventi di Tutor nazionali

Anche la Ritmica già in forte crescita dallo scorso quadriennio ha vissuto un ulteriore scatto determinato da eccellenti risultati culminati: nella promozione in A2 della società IRIS, dall'ingresso stabile della ginnasta Annapaola Cantatore nella squadretta dell'Italbaby Junior che ha conquistato l'argento nell'europeo di Budapest, nella convocazione ai collegiali nazionali delle ginnaste Cantatore Annapaola (Iris), Benedetta Schifano (Iris), Michela Sallustio (Iris), Carla Maghelli (Iris), Lacarbonara Elena (Tyche), Francesca Latino (Doria Gym), Basurto Marta (Doria Gym), Margharito Chiara (Doria Gym) e Piscopiello Asia (Doria Gym) . La partecipazione ai Campionati di Categoria è stata massiccia e di ottima qualità. Il miglior risultato è stato quello di Maghelli quarta ma che avrebbe meritato un risultato più ampio. Ma questa sezione, a livello nazionale meriterebbe degli approfondimenti per stabilire meriti e riconoscimenti più attinenti allo svolgimento delle gare. Per quanto riguarda il clima sul territorio regionale sembra disteso e abbastanza confacente per un proficuo lavoro di crescita. Una conseguenza di questo rinnovato clima è stata la convergenza di alcune ginnaste di diverse società verso la società IRIS per rafforzare la partecipazione della squadra di A2. Anche questa sezione ha aderito al progetto Gold che vedrà l'intervento di tre tutor nell'anno.

Nell'Artistica Femminile dopo la migrazione del miglior elemento pugliese, Veronica Mandriota, nientemeno che alla corte della Brixia Brescia del D.T.N. Enrico Casella, prosegue il lavoro tecnico della D.T.R. per cercare di dare più qualità ad una base abbastanza numerosa ma che deve dare ancora il meglio nelle competizioni nazionali. Nella Categoria due sole ginnaste della società La Rosa in buone posizioni e di buone prospettive. Si tratta di Sonia Palmisano e Sofia Marrazza. Buone anche le prestazioni di Paola Marramaldo sia per aver partecipato in A2 in prestito con la R. Serra di Cesena e sia per aver conseguito il sesto posto alle finali nazionali di specialità alla trave. Per migliorare la qualità di base delle ginnaste il Comitato ha deciso di intervenire con la costituzione del Polo Tecnico Regionale che prevede la selezione delle migliori ginnaste regionali preparate settimanalmente dal tecnico federale Luigi Piliego insieme alla D.T.R. Per accrescere e perfezionare le qualità tecniche delle ginnaste dei collegiali regionali prosegue il progetto Sud con Sergio Luconi.

Nel Trampolino Elastico solito predominio della Ginnastica Brindisi alla quale quest'anno è stata riconosciuta la funzione di Centro Tecnico Federale avendo le caratteristiche per svolgere tale impegno per la presenza di un vivaio di qualità nel quale spicca la figura di Marco Lavino e per la presenza di un tecnico quale Ilenia Gargiulo che ha dimostrato nel tempo di saper avviare generazioni di ginnasti a questa disciplina. Quest'anno la società brindisina ha organizzato a Brindisi i Campionati Nazionali Assoluti conseguendo sia un successo organizzativo ma sopratutto numerosi risultati agonistici con lo stesso Marco Lavino, Antonio Robassa, ecc...

La sezione di Aerobica rimane saldamente nelle mani della società di Francavilla della famiglia Iaia  che vede nell'alfiere Riccardo Pentassuglia primeggiare in Italia e per la quarta volta si è laureato Campione italiano assoluto. Ma di grande valore anche il risultato di Vincenzo Nacci della società Laboratorio del Benessere di Ostuni che nella gara internazionale in Portogallo ha conquistato la medaglia d'argento.

La GpT nella nuova veste esclusivamente ludica ha visto delle buone partecipazioni. Innovativo e di particolare interesse l'attività definita Gptest che mette alla prova chiunque, di qualsiasi età voglia cimentarsi con percorsi ginnici e piccoli attrezzi ed essere valutato da giudici.

Sotto questa stessa sezione possiamo inquadrare l'attività dei saggi di fine anno delle società che costituiscono la vetrina più interessante della nostra disciplina in quanto la Ginnastica vestita con gli abiti delle favole offre veri e propri spettacoli che riescono a richiamare in tutta la Regione diverse migliaia di spettatori riempiendo all'inverosimile i palazzetti.

Nel contesto tecnico ci fa piacere segnalare una iniziativa partita dalla sezione GAM ma che trova già attuazione in altre sezioni, denominata Ginnasti di Puglia e che prevede tutti i ginnasti appartenenti a questo territorio gareggiare sotto un'unica bandiera superando i perimetri delle proprie società. Sta diventando uno spirito che si riscontra sui campi di gara sopratutto nazionali dove si vedono ginnasti appartenenti a diverse società fare il tifo per il ginnasta in gara in quel momento. Inoltre incominciano anche a nascere gemellaggi e scambi di risorse con l'obiettivo di migliorare il posizionamento della Regione nel contesto nazionale.

 

Miglioramento del sistema informativo

 

E' stata presa in considerazione la necessità di ammodernare tutto il sistema di relazione con tutti i tesserati, ritenuto ormai obsoleto e non in grado di sviluppare servizi innovativi di informazione. Pertanto si è deciso di ricostruire il sito istituzionale del Comitato e di rivedere anche la pagina del social Facebook. Questo ci consente di avere contatti immediati con gli utenti del Comitato ma anche relazionarsi con altri amici della Ginnastica sparsi in Italia e all'estero. E' stato approvato un progetto di sviluppo, affidato ad una società esperta di costruzione di siti ma che fosse anche a conoscenza di problematiche legate alla nostra disciplina. E' stata contestualmente anche costruita la pagina Web istituzionale. I due sistemi informativi hanno subito avuto numerosi riscontri trovando l'immediato consenso degli utenti. Il sito è tecnologicamente predisposto per la diffusione di servizi innovativi quali la possibilità della trasmissione di gare e risultati in diretta. Dal punto di vista organizzativo è stato previsto un Comitato di redazione che valuti le informazioni da diffondere e le pubblichi in maniera uniforme.

 

Organizzazione del Consiglio Direttivo

 

Per cercare di essere più snelli e produttivi nell'organizzazione delle attività, il Consiglio Direttivo si è ha distribuito una serie di deleghe tra i vari consiglieri come segue:

 

Domenico Rosa: organizzazione del calendario

Giuseppe Martina: Sistema Informativo e Ritmica

Caterina Barberio: Impiantistica

Arcangelo Tavarilli: Omologazione gare

Patrizia Tamburrano: Aspetti fiscali e statutari

 

Il Consiglio finora si è dimostrato abbastanza attivo, coeso, aperto alle innovazioni e molto presente in tutte le manifestazioni. Su tutti gli argomenti si è molto discusso e tutte le decisioni sono state prese sempre all'unanimità.

Il Presidente

Lorenzo Cellamare

 

Condividi su